Navigation

Ruanda: genocidio, colonnello condannato a 25 anni

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 febbraio 2010 - 17:31
(Keystone-ATS)

NAIROBI - Il colonnello ruandese Ephrem Setako, ritenuto colpevole di genocidio e crimini contro l'umanità, è stato condannato oggi a 25 anni. Lo ha stabilito - rende noto un comunicato diffuso anche a Nairobi - la Corte Penale Internazionale, organismo Onu con sede ad Arusha (Tanzania), che si occupa del genocidio avvenuto in Ruanda nel '94, quando in soli 100 giorni furono sterminate 800.000 persone, quasi tutte di etnia tutsi, ma anche hutu moderati.
Setako, che nel periodo delle stragi era capo di divisione degli affari legali del ministero della Difesa, era stato arrestato esattamente cinque anni fa in Olanda, e quindi trasferito nel novembre successivo ad Arusha.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.