Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tribunale penale internazionale per il Ruanda (Tpir) ha confermato in appello la condanna a 30 anni di prigione per l'ex capo dell'esercito ruandese, il generale Augustin Bizimungu, per il suo coinvolgimento nel genocidio avvenuto nel 1994.

"La sentenza è stata confermata all'unanimità" ha dichiarato il giudice Theodor Meron di fronte a Bizimungu. La pena era stata inflitta in una sentenza nel maggio del 2011, ma l'ex capo dell'esercito aveva fatto ricorso in appello.

SDA-ATS