Navigation

Rubano telefonino anche a prefetto Parigi

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 ottobre 2011 - 16:16
(Keystone-ATS)

In Francia nessuno è al riparo dal furto di telefonini: il prefetto della polizia di Parigi, Michel Gaudin, si è fatto rubare il suo, uno smartphone, sabato scorso, mentre era appena arrivato alla Gare de Lyon di Parigi per prendere il treno. Gli scippatori, racconta oggi il quotidiano Le Parisien, sono riusciti a beffarlo facendogli firmare una finta petizione.

Il telefono di Gaudin, prosegue Le Parisien, non conteneva dati sensibili. Il furto del portatile del prefetto arriva due mesi dopo quello di cui era rimasto vittima, ad agosto, il coordinatore nazionale degli 007 transalpini, Ange Mancini, che si è fatto rubare il cellulare mentre mangiava in un ristorante dell'VIII/o arrondissement di Parigi.

Il ministero dell'Interno e la Federazione francese delle Tlc si sono associati a fine giugno per lanciare una campagna di sensibilizzazione sul furto di portatili, che in questi ultimi mesi ha registrato un forte aumento, e hanno creato un sito internet sul tema. La legge consente ormai che ogni cellulare rubato possa essere bloccato dai proprietari e reso inutilizzabile sul territorio francese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?