Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Va in scena oggi a Mosca il processo per l'attacco all'acido subito lo scorso gennaio dal direttore artistico del Bolshoi, Serghiei Filin: alla sbarra il ballerino solista Pavel Dmitricenko, considerato il mandante dell'aggressione, Iuri Zarutski, accusato come esecutore, e Andrei Lipatov, il presunto autista usato nell'attacco.

Tutti e tre rischiano sino a 12 anni di carcere se riconosciuti colpevoli. Dmitricenko, noto in particolare per la sua interpretazione di Ivan il Terribile, ha ammesso durante le indagini preliminari che voleva solo dare una lezione a Filin, con cui era in conflitto, ma che l'esecutore è andato oltre.

Un regolamento di conti sullo sfondo di un ambiente teatrale avvelenato da gelosie, invidie, accuse di favoritismi e di cattiva gestione. Filin è tornato al Bolshoi il mese scorso dopo aver subito 22 operazioni in Germania per salvare la vista, rimasta in parte danneggiata dall'acido.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS