Navigation

Russia: aprono i seggi per il referendum sulla Costituzione

In Russia si vota sulla riforma della Costituzione. Uno degli emendamenti potrebbe dare al presidente Vladimir Putin l'opportunità di rimanere in carica fino al 2036. KEYSTONE/AP/Dmitri Lovetsky sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 giugno 2020 - 12:24
(Keystone-ATS)

Oggi in Russia si sono aperte le urne, a livello nazionale, per il referendum sulla riforma della Costituzione: uno degli emendamenti potrebbe dare al presidente Vladimir Putin, eletto per la prima volta nel 2000, l'opportunità di rimanere in carica fino al 2036.

La votazione sul pacchetto di emendamenti - sì o no secco - si svolgerà fino a mercoledì primo luglio, dichiarato da Putin festa nazionale per consentire ai russi di recarsi ai seggi elettorali nell'arco di tutta la giornata.

A Mosca e a Nizhni Novgorod è stato disposto anche il voto online, per ridurre la necessità di recarsi ai seggi - comunque presenti - e di conseguenza il rischio contagio.

Nella capitale, stando alle autorità, oltre 1 milione di persone si sono iscritte al voto online. Ma le opposizioni, Alexey Navalny in testa, hanno bollato l'e-voto come "una truffa" per falsificare il risultato del referendum.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.