Navigation

Russia: caldo, in luglio 14'500 morti, 5000 a Mosca

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 agosto 2010 - 15:25
(Keystone-ATS)

MOSCA - Il ministero della salute russo ha confermato per la prima volta che, a causa del caldo anomalo, il tasso di mortalità registrato lo scorso luglio è aumentato del 50,7% a Mosca (circa 5'000 mila vittime in più) e dell'8,6% nel resto della Russia. Non ancora disponibili i dati di agosto, che nelle prime due decadi ha registrato temperature ancora più alte e una nuvola di smog tossico sulla capitale prodotto dagli incendi.
Quanto ai numeri, in base all'agenzia federale delle statistiche, in luglio in tutto il Paese sono morte 14'474 persone in più rispetto allo stesso mese del 2009: il tributo più grande l'ha pagato la capitale, con 4'824 decessi in più. Nella regione di Mosca, il numero dei decessi è cresciuto di 1'595 persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.