Navigation

Russia: capo comunisti compra scarpe di iguana da 1800 euro

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 ottobre 2011 - 13:55
(Keystone-ATS)

Lenin, difesa di poveri e lavoratori ma anche scarpe artigianali in pelle di iguana da 75 mila rubli (1.800 euro circa): è il comunismo un pò snob di Ghennadi Ziuganov, inossidabile leader del Pkrf e candidato presidenziale in pectore nella corsa al Cremlino del prossimo marzo.

Il capo comunista, come segnala con tanto di foto il tabloid Tvoi Dien, è uno degli illustri clienti di Rustam Adiukov, 34 anni, maestro calzaturiere di Mosca noto per le sue scarpe originali, in vari tipi di pelle ma anche in ceramica e addirittura in metallo. Ziuganov ha scelto un modello bicolore in pelle di iguana e con una vezzosa borchia in oro, pagando in un sol colpo lo stipendio mensile di un manager di medio livello: calzature imbarazzanti per un leader che, per restituire alla Russia lo status di superpotenza, ha appena lanciato slogan per la rinazionalizzazione delle risorse naturali e dell'industria.

Ziuganov non è l'unico politico tra i clienti di Adiukanov: tra gli altri figura anche l'elegante ex vicepremier Boris Nemtsov, che ha optato per un paio di scarpe meno costose in pelle di coccodrillo. Lui, però, è un liberale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?