Navigation

Russia: Daghestan; uccisi 5 "ribelli", tra loro due leader

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 agosto 2010 - 10:27
(Keystone-ATS)

MOSCA - Cinque "ribelli", tra cui due cosiddetti "emiri", sono stati uccisi nella notte dalle forze di polizia nella repubblica caucasica del Daghestan. Lo riferiscono le agenzie citando le forze dell'ordine locali. Gli agenti, secondo la loro ricostruzione, hanno risposto al fuoco dei militanti dopo averli fermati a bordo di un'auto per un controllo. Tra le vittime Khasan Danialov e Yusup Suleimanov, leader dei distretti di Khasaviurt e Kazbek. Nella vettura sono state trovate armi e munizioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.