Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - Dopo Adolf Hitler, anche Benito Mussolini viene messo al bando dalle corti russe: il tribunale della città di Ufà, sul fiume Volga, ha definito come estremista un libro del dittatore italiano su "La dottrina del fascismo".
Secondo una legge della Federazione russa "sulla lotta alle attività estremiste", il libro 'Mein Kampf' di Hitler è stato messo nella lista nera: "Finora - hanno detto oggi i giudici - il libro di Mussolini era in circolazione su internet. Ma dalle nostre perizie, quel libello è estremista".
Accanto ai due dittatori europei, in Russia sono censurati materiali di fondamentalisti islamici, di razzisti, di nazionalisti panslavi e di qualunque istigatore dell'odio.

SDA-ATS