Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In due attentati perpetrati oggi nella capitale del Tatarstan, Kazan, il muftì Ildus Faizov è rimasto ferito e il suo vice Valiullà Iakupov è stato ucciso. Al momento pare trattarsi di due episodi distinti, anche se probabilmente legati.

Il muftì è stato ferito nell'esplosione della sua auto di servizio, mentre vi stava salendo dopo essere uscito di casa. Il ferimento non gli ha impedito di camminare da solo verso l'ambulanza arrivata poco dopo, riferisce l'agenzia Interfax citando un rappresentante del dipartimento religioso del Tatarstan.

Il vice muftì del Tatarstan è invece stato ucciso a colpi d'arma da fuoco mentre usciva dalla sua abitazione, sempre nella capitale Kazan.

Una delle ipotesi della commissione investigativa sull'uccisione e il ferimento dei muftì è che si tratti di una vendetta per l'attività che svolgevano.

Nella repubblica, a maggioranza musulmana, è in aumento il numero di imam provenienti dal Caucaso, tendenzialmente più radicali rispetto alla linea moderata sostenuta in Tatarstan, finora additato da tutti come modello di tolleranza e convivenza multi confessionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS