Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'oppositore e blogger russo di stampo nazionalista Viaceslav Maltsev è stato fermato dalla polizia e la sua abitazione a Saratov è stata perquisita.

Lo riferiscono i media russi, secondo cui il fermo sarebbe legato alle proteste anticorruzione del 26 marzo a cui hanno partecipato migliaia e migliaia di persone e a cui le autorità russe hanno reagito con centinaia di arresti.

Secondo "fonti ben informate" citate dall'agenzia Tass, il dissidente sarebbe infatti stato fermato nell'ambito di indagini sulle "violenze nei confronti di un poliziotto" durante le manifestazioni a Mosca.

Leonid Volkov, braccio destro del dissidente Alexiei Navalni, scrive su Twitter di aver saputo che "Maltsev ha avuto un attacco cardiaco" e "non può parlare" ma "è stato portato nell'aereo su una barella" ed è "partito da Saratov alle 11.20".

La porta dell'abitazione di Maltsev sembra sia stata forzata dai poliziotti con una motosega. L'oppositore e sua moglie hanno trasmesso in diretta su internet le immagini di ciò che avveniva usando un cellulare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS