L'uomo più ricco di Russia è il re del nickel, Vladimir Potanin, 54 anni, alla guida della Norilsk Nikel, con un patrimonio stimato di 15,4 miliardi di dollari, 2,8 miliardi in più rispetto al 2014.

È quanto emerge dalla nuova classifica dei 200 'paperoni' di Russia, redatta annualmente dalla rivista Forbes.

Potanin era al settimo posto ma ora ha detronizzato Alisher Usmanov, 61 anni, fondatore della holding Usm, sceso al terzo posto con 14,4 miliardi dollari.

Resta al secondo posto il comproprietario di Alfa-Group, Mikhail Fridman, con 14,6 miliardi di dollari, anche se con la crisi ha perso 3 miliardi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.