Tutte le notizie in breve

Sulla sinistra Vladimir Kara-Murza, giornalista oppositore russo 35enne (foto d'archivio).

Keystone/AP/IVAN SEKRETAREV

(sda-ats)

Vladimir Kara-Murza, noto oppositore russo 35enne, si trova in condizioni "critiche" dopo essere stato ricoverato in ospedale. Lo fa sapere il suo legale, Vadim Prokhorov, citato da Interfax.

Kara-Murza, giornalista, è coordinatore in Russia del movimento Open Russia guidato da Mikhail Khodorkovsky, 'arcinemico' di Putin, un tempo a capo del colosso petrolifero Yukos.

Kara-Murza già nel maggio del 2015 aveva sofferto una crisi renale molto grave e le analisi avevano scoperto tracce di metalli pesanti, in particolar modo manganese, che aveva subito fatto temere un avvelenamento doloso, come nel celebre caso di Alexander Litvinenko, l'ex spia del Kgb morta a Londra nel 2007 dopo aver ingerito una dose fatale di polonio.

Kara-Murza è stato in passato vice presidente del partito Parnas e amico personale di Boris Nemtsov, ucciso nel febbraio del 2015 a pistolettate a due passi dal Cremlino. Si dice che sia finito sulla 'lista nera' dei servizi segreti russi per aver attivamente partecipato alla stesura del 'Magnitsky Act', la legge varata da Obama che colpisce alti funzionari russi.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve