Navigation

Russia: kamikaze in mercato Ossezia Nord, è strage

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 settembre 2010 - 13:18
(Keystone-ATS)

MOSCA - Almeno 15 morti e 85 feriti sono il bilancio provvisorio di un attentato, probabilmente attuato da kamikaze, nel mercato centrale di Vladikavkaz, la capitale dell'Ossezia del Nord, una delle travagliate repubbliche russe del Caucaso. Il presidente russo, Dmitri Medvedev, ha ordinato al suo rappresentane nel Caucaso del nord, Aleksandr Kloponin, di seguire personalmente le indagini, mentre gli inquirenti hanno già scoperto e disattivato un secondo ordigno collocato vicino all'ingresso del mercato.
Erano le 11:20 ora di Mosca (le 09:20 in Svizzera) quando un'autobomba con a bordo due persone e una carica equivalente a 25-30 chili di tritolo è esplosa, spargendo chiodi e pezzi di metallo. Il mercato era come al solito pieno di gente, abitanti che facevano la spesa, ma anche persone che cercavano lavori provvisori in una sorta di borsa di collocamento. La devastazione è stata fortissima e solo per puro caso la polizia è riuscita a scovare poi e a disattivare un altro ordigno carico di tritolo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?