Il fiume siberiano Daldykan si è tinto di rosso a causa di un'imponente fuoriuscita di sostanze chimiche da uno stabilimento della Norilsk Nickel: lo scrive il Moscow Times citando l'Associazione per le minoranze etniche del Taimyr.

Secondo gli attivisti, l'incidente industriale avvenuto nella città di Norilsk, in Siberia settentrionale, minaccia anche il fiume Pyasina, da dove le sostanze chimiche dovrebbero passare prima di raggiungere il mare. La Norilsk Nickel nega ogni responsabilità.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.