Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

IEKATERINBURG - L'assassino della giornalista e militante per i diritti umani Natalia Estemirova, uccisa un anno fa, È stato identificato. Lo ha annunciato oggi il presidente russo Dmitri Medvedev.
Rispondendo alla richiesta della cancelliera tedesca che, in visita a Iekaterinburg, ha lanciato un appello a indagare ancora sulla morte della giornalista, Medvedev ha affermato che "il killer e' stato identificato, e al momento gli inquirenti lavorano sul nome del mandante".
Secondo le agenzie russe Medvedev ha affermato che "l'indagine si svolge velocemente, ma in queste circostanze non esistono risultati altrettanto veloci, se il killer non e' stato preso subito".
I parenti di Estemirova, assieme ai colleghi dell'organizzazione per i diritti umani 'Memorial', hanno affermato oggi che ci sono dubbi sulle indagini per la morte della cronista, avvenuta il 15 luglio 2009 in Inguscezia, dopo che era stata rapita nella vicina citta' cecena di Grozny.
"Se all'inizio dell'indagine avevamo una speranza - ha detto il capo di 'Memorial', Oleg Orlov - ora la stiamo perdendo. Temiamo che il delitto non venga investigato realmente". A Iekaterinburg, 'Memorial' ha organizzato una manifestazione di protesta per il tardo pomeriggio. A Mosca e a San Pietronurgo, verranno inoltre indette azioni commemorative per Estemirova.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS