Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - È stato oscurato il sito dell'agenzia russa per la protezione delle foreste che aveva rivelato come 4.000 ettari di terreno colpiti dalle radiazioni di Cernobyl fossero bruciati. Il sito dell'agenzia www.rcfh.ru risulta inaccessibile da venerdì: "Tutto quello che so è che non funziona più", ha detto il vicedirettore Alexei Bobrinski.
Un altro responsabile, che ha scelto l'anonimato, accusa il ministero per le situazioni di Emergenza. Sarebbe infatti lo stesso ministro Serguei Choigou, ad aver ordinato l'oscuramento dopo aver criticato pubblicamente le informazioni diffuse.
Frattanto, una foto scattata dalla Nasa mostra 368 focolai di incendio sul territorio russo. Lo riferisce la Cnn online. Dall'immagine si intravede la densa coltre di fumo che attanaglia da ovest ad est le sterminate distese del Paese.
Drammatica la situazione a Mosca secondo gli esperti: il livello di monossido di carbonio è sei volte superiore al massimo consentito. Inoltre, l'aria della capitale è inquinata da altre sostanze tossiche sprigionate dagli incendi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS