Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Spettacolare perquisizione stamane a Mosca da parte di agenti antisommossa (Omon) armati e mascherati nella sede di Inteko, la società immobiliare dell'imprenditrice Ielena Baturina, moglie dell'ex sindaco di Mosca Iuri Luzhkov, liquidato dal Cremlino lo scorso settembre.

Il blitz è legato ad un'inchiesta sulla sottrazione di 13 miliardi di rubli (327 milioni di euro) dalla banca di Mosca (ora in fase di privatizzazione). Lo ha reso noto Irina Dudukina, portavoce del ministero degli interni, citata dalle agenzie russe.

I poliziotti hanno bloccato tutti gli ingressi e le uscite e hanno radunato tutti gli impiegati un una stanza, hanno riferito alcuni testimoni.

Dopo il siluramento del sindaco, la magistratura moscovita ha aperto diversi filoni d'indagine sulle attività di Luzhov e della moglie, considerata ancora la donna più ricca di Russia anche se il suo patrimonio si è dimezzato nel 2010 (1,1 miliardi di dollari), secondo l'ultima classifica di Finans.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS