Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Duma, il ramo basso del parlamento russo, ha approvato in prima lettura una legge che punisce la giustificazione o la riabilitazione del Nazismo con una multa sino a 500'000 rubli (circa 10'000 euro) o con la detenzione sino a cinque anni. Ad accelerare l'iter di un provvedimento in agenda da cinque anni è stata l'annessione della Crimea, decisa da Mosca dopo un referendum per proteggere gli abitanti russi dalle minacce dei gruppi di estrema destra del Maidan. La legge dovrebbe essere approvata entro il 9 maggio, il giorno della vittoria sovietica sul Nazismo.

SDA-ATS