Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oleg Sentsov durante un controllo medico a fine settembre

Keystone/AP Russian Federal Penitentiary Service/

(sda-ats)

Il regista ucraino Oleg Sentsov ha annunciato di essere costretto a interrompere lo sciopero della fame in carcere da domani per evitare di essere alimentato forzatamente. Lo riportano i media russi citando una lettera alla stampa.

Sentsov digiunava da quasi cinque mesi per protestare contro la sua detenzione in Russia e quella di altri 64 ucraini che lui ritiene "prigionieri politici".

"Era prevista l'alimentazione forzata a causa dello stato critico della mia salute e dell'inizio di alterazioni patologiche", ha fatto sapere Sentsov, denunciando che la sua "opinione non viene tenuta in considerazione" e che "in queste condizioni" è "costretto a cessare lo sciopero della fame da domani, 6 ottobre".

"145 giorni di lotta, 20 chili in meno di peso, l'organismo sull'orlo del collasso, ma l'obiettivo non è stato raggiunto", conclude il regista ucraino ringraziando chi lo ha sostenuto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS