Tutte le notizie in breve

Un gruppo di hostess di Aeroflot, la compagnia di bandiera russa, riunite nell'autoproclamato movimento Sts (iniziali in russo di "anziane, cicciotelle e brutte"), ha presentato ricorso in tribunale contro l'azienda accusandola di "violazione delle norme sul lavoro".

Le Sts, infatti, contestano all'aviolinea d'impiegare sulle tratte internazionali solo hostess sotto i 40 anni e che riescono a indossare agilmente almeno "una taglia 44". Si tratta di una "discriminazione dei lavoratori in base all'aspetto".

"Nel giugno dell'anno scorso ci è stato detto che all'estero vanno solo le hostess giovani e magre", dice al sito di Radio Svoboda Evgenya Magurina, assistente di volo 41enne. "Ci hanno fotografate tutte e ci hanno preso le misure, alcune di noi sono state addirittura pesate", ha sottolineato. "Ci hanno lasciato solo i voli interni, notturni e quelli di mattina presto".

Le Sts hanno scritto anche a Putin per denunciare la loro situazione. Le hostess sperano di poter vincere in tribunale. Stando a Radio Svoboda Aeroflot non ha espresso commenti.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve