Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - Le forze speciali russe hanno sventato oggi all'aeroporto Domodedovo di Mosca un tentativo di dirottamento su un aereo proveniente dal Caucaso, ad opera di un uomo originario del Caucaso settentrionale.
Secondo quanto ha raccontato un portavoce dell'aeroporto, un passeggero sul volo partito dalla città nel nord del Caucaso Mineralnye Vody e diretto a Mosca, "ha cominciato a dare ordini all'equipaggio", prendendo il controllo dell'aereo mentre era ancora in volo.
Una volta atterrato regolarmente a Domodedovo, l'uomo ha continuato a mentenerne il controllo per circa due ore. Ma un passeggero si è sentito male e sono stati chiamati i medici. Il dirottatore ha dato il via libera a far salire a bordo i dottori aprendo così la strada alle forze speciali russe che, travestite da medici, hanno messo fuori gioco l'uomo e l'hanno arrestato, liberando tutti gli altri passeggeri.
La polizia aveva isolato l'aereo dagli altri della pista di Domodedovo prima di procedere con l'operazione che ha portato alla liberazione delle persone a bordo. Il dirottatore, 40 anni, originario di Mineralnye Vody, aveva chiesto di poter incontrare la stampa e i rappresentanti delle forze dell'ordine.
"È stata la più rapida operazione di liberazione di un aereo nella storia dell'aviazione russa", ha detto il portavoce dell'aeroporto. Il Caucaso russo è un'area molto instabile dopo le guerre dei russi contro i separatisti in Cecenia. Gli attacchi e gli attentati sono molto frequenti nella zona.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS