Navigation

Russia lancia radiotelescopio per esplorare universo

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 luglio 2011 - 19:04
(Keystone-ATS)

Si chiama Spektr-R, ed è un osservatorio astrofisico volante unico al mondo nato per esplorare i confini dell'universo. Lo ha lanciato oggi nello spazio la Russia dal cosmodromo kazako di Baikonur, a bordo di un razzo vettore Zenith. Lo riferisce Itar-Tass.

Spectrum-R è il primo osservatorio automatico russo negli ultimi 25 anni che consentirà agli scienziati di osservare oggetti extragalattici remoti nello spettro di radiofrequenza delle onde elettromagnetiche con un'altissima risoluzione. Secondo gli scienziati dell'Istituto Lavochkin, autori del progetto, la tecnologia radio interferometrica consentirà di ottenere dati unici sulla natura dell'Universo, studiando in particolare buchi neri, stelle a neutroni nella Via Lattea, quasar e pulsar.

Il telescopio resterà in volo per almeno 5 anni a circa 340 mila km d'altitudine, e seguirà un'orbita insolita, che terrà conto dell'impatto della gravitazionale lunare: "ellittica e più vicina all'orbita della Luna" (che comunque si trova a 50mila km di distanza) ha spiegato il direttore del Lavochkin Viktor Khartov. Grazie all'influenza della Luna, l'orbita cambierà angolazione, così Spektr potrà scansionare lo spazio. Opererà congiuntamente con i telescopi radio sulla Terra, creando così un sistema comune per ricevere le immagini, le coordinate e i movimenti angolari di vari oggetti nell'universo.

"Gli scienziati di tutto il mondo sono in attesa ", ha chiosato Khartov. I radio telescopi a terra riceveranno i segnali di scansione degli oggetti in contemporanea con Spektr-R, trasferiti dal satellite a una velocità di 128 Mb per secondo. Le stazioni di ricezione dei dati si trovano negli Stati Uniti (Green Bank), a Pushkino fuori Mosca e in Australia (Tidbinbilla).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?