Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Russiagate: New York Times, prestito sospetto da Deutsche Bank a Kushner (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/AP/MICHAEL PROBST

(sda-ats)

Un mese prima dell'election day, Jared Kushner, genero e consigliere del candidato repubblicano Donald Trump, finalizzò con la Deutsche Bank un prestito di 285 milioni di dollari come parte di un pacchetto per rifinanziare un suo palazzo vicino a Times Square.

Ha ottenuto in questo modo 74 milioni di dollari più di quello che aveva pagato per l'edificio.

Lo rivela il Nyt, sostenendo che l'operazione sospetta potrebbe finire tra quelle esaminate dal procuratore speciale Robert Mueller come parte della più ampia indagine sul Russiagate.

Il prestito fu concesso in un momento cruciale per la banca tedesca, che stava negoziando per definire una frode legata ai mutui e accuse delle autorità regolatorie di Ny su un possibile riciclaggio di denaro russo: casi poi risolti in dicembre e gennaio, prima dell'insediamento di Trump.

Deutsche Bank resta la prima banca finanziatrice della famiglia Trump (le cui società sono esposte per circa 364 milioni di dollari) e i democratici hanno chiesto in più occasioni di avere accesso a tutte le operazioni per accertare eventuali collegamenti con la Russia.

SDA-ATS