Navigation

Rytz: partito non danneggiato da vicenda Müller

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 agosto 2014 - 10:37
(Keystone-ATS)

La copresidente dei Verdi Regula Rytz ritiene che il partito non sia stato danneggiato dal caso Geri Müller. "Saremo giudicati per la nostra politica", ha detto al "SonntagsBlick". Rytz è convinta che il partito potrà rafforzarsi il prossimo anno, in particolare in Ticino e a Basilea.

Secondo i Verdi non vi è nessuna ragione che Müller rassegni dimissioni. Il sindaco di Baden e consigliere nazionale si è scusato per il suo comportamento. "Questo per noi era importante", per i Verdi la vicenda è chiusa, ha detto Rytz. Rimango aperte questioni relative al comportamento dei media. "Condanniamo chiaramente la pubblicazione di immagini e testi privati senza consenso", ha aggiunto.

I Verdi hanno "più seggi cantonali che i Verdi liberali e il PBD messi assieme", ha sottolineato la consigliera nazionale in un'internista alla "NZZ am Sonntag". Per le elezioni cantonali che si terranno nel 2015, l'obiettivo è mantenere i seggi e in alcuni cantoni, come Ticino e Basilea, guadagnarne di nuovi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.