Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Svizzera la forbice salariale ha continuato ad ampliarsi nel 2013, secondo uno studio di Travail.Suisse pubblicato oggi. Il divario più ampio fra stipendi elevati e bassi è stato registrato presso Roche, Novartis, Nestlé, UBS e Lindt & Sprüngli, con proporzioni di 1:200.

Nella Confederazione ci sono attualmente 42 persone che guadagnano almeno 100 volte in più rispetto al collaboratore meno remunerato, afferma Travail.Suisse. Fra queste, ci sono 21 dirigenti delle due grandi banche UBS e Credit Suisse, e dieci manager di Roche e Novartis.

Con un divario salariale di 1:230, il CEO di Nestlé, Paul Bulcke è in testa a questa particolare classifica. Con Andrea Orcel (1:229) e Sergio Ermotti (1:215) UBS piazza due manager nei primi cinque. La più grande banca elvetica è stata la società che ha visto la propria forbice salariale ampliarsi maggiormente (+29%).

SDA-ATS