Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Capriccio di un miliardario e scaricati anche dalle autorità, alcuni degli animali dello "zoo più triste del mondo" - così è stato ribattezzato dai media - della cittadina armena di Gyumri hanno trovato una nuova casa.

La buona notizia è per gli orsi Masha e Grisha che insieme a tre leoni e due porcellini d'india vivevano rinchiusi in anguste gabbie in pessime condizioni di salute. Gli animali facevano parte di un piccolo zoo privato allestito da un miliardario armeno che poi è fuggito abbandonandoli al loro destino. Sono vivi solo grazie a una coppia di coniugi che li ha trovati e sfamati in un primo momento.

I due orsi ora hanno trovato casa in Romania, riferisce l'organizzazione World Animal Protection, nel santuario naturale gestito dall'associazione "Milioane de Prieteni". Nel video condiviso su YouTube si vedono Masha e Grisha per la prima volta giocare insieme in un'area aperta, dopo anni di cattività chiusi in piccole gabbie. Quando sono stati trovati, e salvati, spiegano gli attivisti, i due orsi erano sottopeso e non avevano mai ricevuto cure veterinarie.

Hanno trovato una casa finalmente dignitosa anche la leonessa Mery con i suoi due cuccioli. Li ha accolti pochi giorni fa il Caucasus Wildlife Refuge in Armenia grazie all'iniziativa del Worldwide Veterinary Service. Dopo un periodo di quarantena i leoni saranno trasferiti al Peak Wildlife Park nel Regno Unito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS