Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La costruzione di un secondo tunnel del San Gottardo porterà vantaggi a lungo termine e permetterà al traffico di transitare durante i lavori di ristrutturazione della prima canna. È quanto ha sostenuto oggi Doris Leuthard. Il voto si terrà il 28 febbraio 2016.

Con la costruzione di una seconda galleria la sicurezza aumenterà nettamente, ha affermato la ministra dei trasporti in conferenza stampa a Berna, spiegando la posizione del governo.

Nonostante il raddoppio del San Gottardo, il traffico non verrà inoltre aumentato, poiché i tunnel verranno utilizzati in un solo senso di marcia, con la presenza di una corsia d'emergenza. Questo permetterà fra le altre cose anche di eliminare le collisioni frontali.

Lavori di risanamento

La galleria stradale del San Gottardo, lunga 16,9 chilometri e inaugurata nel 1980, necessita di un risanamento completo. Per ovviare alla chiusura del tunnel, governo e parlamento hanno proposto di costruirne uno nuovo.

L'amministrazione federale aveva inizialmente sostenuto che per eseguire i lavori più urgenti, la galleria esistente sarebbe rimasta chiusa per circa 140 giorni. Il governo ha però poi corretto il tiro, affermando che i lavori possono essere realizzati mediante chiusure notturne.

La nuova galleria stradale dovrebbe essere messa in cantiere a partire dal 2020 circa. Tuttavia, visto che il secondo tunnel verrebbe posto in servizio solo verso il 2027, si dovrebbe intervenire sul traforo esistente per prolungarne l'esercizio. Il costo dell'operazione dovrebbe essere in totale di 2,8 miliardi di franchi.

Alternative con troppe incognite

Se non si provvedesse ad un raddoppio, il traffico dovrebbe essere interrotto per lunghi periodi di ristrutturazione ogni 30 o 40 anni, e sarebbe necessario preparare ogni volta un'alternativa su rotaia, sottolinea la Leuthard.

Questa soluzione costerebbe fra 1,2 e 2 miliardi di franchi, con numerose incognite dovute ad esempio ai siti per il caricamento del traffico pesante sulla ferrovia. Una soluzione non durevole e difficilmente praticabile secondo il governo.

L'asse del San Gottardo è vitale per la Svizzera, ed è quindi fondamentale che sia sempre percorribile, ha evidenziato la consigliera federale. L'unico modo per ottenere questo risultato è la costruzione di un secondo tunnel.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS