Navigation

San Gottardo: seconda canna, lavori da estate 2020

Il portale nord della galleria del Gottardo. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 dicembre 2019 - 14:27
(Keystone-ATS)

Via libera al progetto esecutivo per la seconda canna della galleria autostradale del San Gottardo. I lavori preliminari inizieranno nell'estate 2020, mentre il costo previsto per l'opera si aggira intorno ai due miliardi di franchi.

L'apertura del nuovo traforo è attualmente in calendario a metà 2029. Il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) ha esaminato e approvato il progetto, si legge in una nota odierna dell'Ufficio federale delle strade (USTRA). In questo modo si dà concreta attuazione alla pianificazione stabilita dal Consiglio federale.

I lavori per il raddoppio del San Gottardo movimenteranno 6,3 milioni di tonnellate di smarino, di cui gran parte riutilizzabile. Circa 2,8 milioni saranno destinati alla riqualificazione e rinaturazione delle zone a basso fondale del lago di Uri, mentre 2,5 verranno impiegati per rimodellamenti del territorio ad Airolo, tra cui la ristrutturazione dello svincolo dell'autostrada e la copertura del tracciato su un chilometro di galleria artificiale.

Per quanto riguarda gli alloggi degli operai a Göschenen (UR) è stata individuata una soluzione che consentirà un utilizzo adeguato a opera ultimata, fa sapere l'USTRA. Le strutture saranno predisposte sopra un parcheggio sotterraneo, accessibile alla popolazione per tutta la durata del cantiere. L'anno prossimo l'ufficio federale bandirà insieme alle altri parti coinvolte una gara per assegnare la trasformazione dell'area in zona residenziale quando verrà messa la parola fine ai lavori.

Le spese preventivate per il secondo tunnel ammontano a 2,053 miliardi di franchi, con variazione di +/- 15%, in linea con i dati presentati in occasione della consultazione popolare. Lo scavo verrà effettuato con due frese in contemporanea - una da Göschenen e una da Airolo - e, come detto, l'apertura dovrebbe avvenire fra poco meno di dieci anni.

In seguito, si procederà al risanamento del traforo esistente, che richiederà altri tre anni. Dal 2032, secondo i piani, saranno quindi in funzione entrambe le canne con una corsa di marcia e una di emergenza. La fine del doppio senso di circolazione aumenterà la sicurezza, mentre verrà mantenuto il sistema di dosaggio per convogliare i camion alla dovuta distanza, conclude l'USTRA.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.