Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I futuri convogli internazionali che circoleranno lungo l'asse del San Gottardo dopo l'apertura della galleria di base del Monte Ceneri saranno prodotti dalla Stadler Rail. Lo hanno comunicato oggi le FFS precisando che i 29 nuovi elettrotreni, dal costo di quasi un miliardo di franchi, dovrebbero entrare in servizio progressivamente dalla fine del 2019.

Accanto all'aggiudicazione della commessa di 29 treni, che saranno costruiti in Svizzera nella sede di Bussnang (TG) dalla Stadler Rail, le FFS si sono assicurate anche un'opzione aggiuntiva per 92 treni supplementari. L'assegnazione della commessa sarà pubblicata ufficialmente domani, da quel momento entra in vigore un termine di ricorso di 20 giorni. Il contratto sarà sottoscritto probabilmente ad inizio giugno.

Stadler Rail ha ricevuto il miglior punteggio nei due criteri di maggior peso: "l'alta redditività complessiva e l'innovazione riguardante, in particolare, le esigenze della clientela relative alla sistemazione o alla sicurezza del passeggero", precisa la nota. Negli altri due criteri - tecnica e adempimento del contratto - l'offerta dell'azienda turgoviese era in linea con quelle dei concorrenti (ossia Alstom e Talgo).

I nuovi convogli, secondo quanto comunicato oggi dalle FFS, potranno viaggiare fino a 249 km/h (dai 250 km/h la procedura di omologazione è più complessa, ndr) e offriranno 800 posti a sedere su una lunghezza di 400 metri a doppia trazione; il 40% in più rispetto a alle attuali composizioni ETR 470 ex Cisalpino.

Per facilitare l'accesso ai disabili - ma anche agli anziani e ai genitori con passeggini - il treno avrà pianali ribassati. Ogni composizione disporrà di due servizi igienici accessibili alle persone in sedia a rotelle. I treni avranno inoltre toilette separate per uomini e donne. Ci saranno pure zone del silenzio, per le famiglie e business, prese elettriche in tutti i posti a sedere e nuovi amplificatori di segnale per una migliore ricezione mobile durante il viaggio.

Questi treni entreranno in servizio progressivamente a fine 2019, dopo l'apertura delle gallerie di base del San Gottardo e del Monte Ceneri. Inizialmente circoleranno tra Basilea/Zurigo e Milano.

Con i nuovi treni le FFS potranno mettere a disposizione un numero sufficiente di posti a sedere. È infatti previsto che il numero di persone che valicano il San Gottardo passerà dalle attuali 9000 unità al giorno a 15'000 nel 2020 e a 18'000 nel 2025.

SDA-ATS