Navigation

Sanchez, preoccupati ma non prevedo lockdown in Spagna

Il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez (foto d'archivio) KEYSTONE/EPA/LUDOVIC MARIN / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 settembre 2020 - 11:22
(Keystone-ATS)

"Non contemplo un confinamento nel Paese". Lo ha detto il premier spagnolo Pedro Sanchez in un'intervista a La Sexta. "Penso che abbiamo gli strumenti per essere in grado di affrontare e piegare la curva, e possiamo farlo solo stando uniti".

"Guardando ai dati la situazione è preoccupante", ha ammesso, rilevando comunque che in questa fase vengono rilevati più pazienti asintomatici e c'è meno mortalità: "Il sistema è molto più preparato" rispetto alla prima ondata dell'epidemia di coronavirus.

Sanchez ha incoraggiato i cittadini a vaccinarsi contro l'influenza nelle prime due settimane di ottobre. Intanto lunedì parteciperà ad una riunione con le autorità locali della Comunità di Madrid, la più colpita, per "aiutare".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.