Navigation

Sanders sbanca in Nevada

Bernie Sanders KEYSTONE/AP/Eric Gay sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 febbraio 2020 - 08:39
(Keystone-ATS)

Bernie Sanders sbanca in Nevada e si afferma sempre più come l'anti-Trump. Il senatore vince con ampio vantaggio i caucus, porta a casa la sua terza vittoria e lancia la volata alla conquista della nomination democratica. Vinceremo in tutto il Paese, dice trionfante.

A nulla sono valsi i tentativi dei rivali di fermare la corsa del senatore. Pete Buttigieg, finora spina nel fianco di Sanders, è arrivato - secondo i dati preliminari - solo terzo in Nevada dietro a Joe Biden e staccato di quasi 30 punti dal vincitore.

Joe Biden si piazza al secondo posto, lontanissimo alle spalle di Sanders. Un risultato che, alla luce delle delusioni dell'Iowa e del New Hampshire, lo soddisfa.

Nuova pesante sconfitta invece per Elizabeth Warren, inchiodata solo al quarto posto. Per la senatrice, considerata da molti osservatori ormai all'ultima spiaggia, si tratta di un nuovo schiaffo pesante che conferma le difficoltà a decollare della sua campagna elettorale. Delusa anche Amy Klobuchar, che non arriva neanche al 5% delle preferenze ai caucus.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.