Navigation

Sarà pubblicato il primo romanzo "perduto" di Kerouac

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 novembre 2011 - 15:22
(Keystone-ATS)

Verrà pubblicato a 40 anni dalla sua morte il libro "The Sea is my brother", prima fatica letteraria "perduta" di Jack Kerouac, re della Beat Generation, secondo quanto riporta il sito della BBC.

Per anni si era creduto che il manoscritto fosse andato perduto, quando il romanzo è stato trovato dal cognato nell'archivio dello scrittore. Il libro, che è stato scritto quando Kerouac non aveva che una ventina d'anni, racconta dell'esperienza in mare del padre della Beat Generation.

"Il libro è veramente importante in quanto mostra l'evoluzione dello stile di Jack", ha detto l'editrice Dawn Ward. "Le lettere che ci parlano di quel periodo, ci dicono che lui e Sebastian [Sampas] leggevano autori e drammaturghi molto importanti". Inoltre, "il libro mostra un lato di lui che non avevamo mai visto nei suoi altri lavori", ha concluso Ward.

Il romanzo "perduto" di Jack Kerouac (1922-1969) "The sea is my brother" (Il mare è mio fratello), che scrisse durante gli anni giovanili in cui si era arruolato nella marina militare americana, viene pubblicato integralmente per la prima volta dall'editore Penguin, che lo distribuisce in Gran Bretagna, Irlanda, Canada, Stati Uniti e Australia.

Benché gli studiosi ne conoscessero l'esistenza, "The sea is my brother" non era mai stato pubblicato nella sua interezza, tanto da essere considerato a pieno titolo un inedito del padre della Beat Generation.

Il romanzo "perduto" è presentato da Kerouac stesso, in una nota autografa ritrovata nel suo archivio, come la storia di "un uomo che amava il mare di un amore strano e solitario", che si sentiva in rivolta contro la società.

Il manoscritto è composto da 158 pagine ed ha come protagonista Wesley Martin, di cui si raccontano fortune e sfortune, ed in particolare il suo rapporto con il mare, "un luogo di terribile solitudine".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?