Navigation

Sarkozy: "non ho detto che la Svizzera è paradiso fiscale"

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 febbraio 2012 - 19:43
(Keystone-ATS)

Il presidente francese Nicolas Sarkozy smentisce di aver parlato della Confederazione come di un paradiso fiscale nel corso del G20 di Cannes (F) nel novembre scorso, ribadisce la sua simpatia per gli svizzeri e assicura di non volersi arrabbiare con loro.

"Non ho qualificato la Svizzera come un paradiso fiscale", ha affermato ai microfoni della radio romanda RSR Sarkozy, interpellato ad Annecy, in Alta Savoia, dove ha dato il via alla sua campagna per un secondo mandato all'Eliseo.

"Ho detto che nel cuore dell'Europa, anche se la Svizzera non fa parte dell'Unione europea, occorre imporsi delle regole, che sono le regole di una mondializzazione regolata". "Ho molta simpatia per i nostri amici svizzeri, ho molti contatti con i dirigenti della Svizzera, è un paese amico, è un paese fratello, ma ci sono delle regole".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?