Navigation

Sarraj, con Haftar ormai è guerra estesa a tutto il paese

Un conflitto che si trascina. KEYSTONE/EPA/STRINGER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 marzo 2020 - 18:46
(Keystone-ATS)

Nei combattimenti in corso in questi giorni in Libia, una fallita offensiva condotta ieri dalle forze del generale Khalifa Haftar nel territorio di Misurata ha spinto il governo del premier Fayez al-Sarraj insediato a Tripoli ha dichiarare un guerra estesa.

L'esercito libico e le forze che lo sostengono hanno inflitto pesanti perdite alle milizie dell'aggressore, costringendole a tornare indietro", si afferma in una "dichiarazione del Consiglio presidenziale" di cui Sarraj è capo.

"Questi attacchi avvenuti venerdì contro la zona di Abugrein annunciano l'espansione del cerchio dell'aggressione fino a comprendere tutta le Libia"

Tripoli preannuncia che risponderà all'attacco: "Noi esercitiamo il nostro legittimo diritto all'autodifesa", si afferma ancora nella dichiarazione.

Abugrein è un centro a un centinaio di chilometri a sud-est di Misurata e all'interno del territorio municipale della più potente città libica, alleata di Tripoli.

Il portavoce delle forze governative, Muhammad Gununu, ieri aveva sostenuto che almeno 39 miliziani di Haftar erano stati uccisi nel tentativo di avanzata ed erano stati presi diversi veicoli, riporta il sito Libya Observer.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.