Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo Sauter taglia 100 impieghi nella sua sede centrale di Basilea. La decisione è stata presa a causa delle conseguenze del franco forte. Alla metà degli interessati verrà offerto un lavoro in Germania.

Buona parte dell'altra metà degli impieghi verrà tagliata sfruttando le fluttuazioni naturali, si legge in un comunicato odierno. Il gruppo in totale conta 2400 dipendenti, dei quali circa 400 a Basilea.

La misura decisa dai vertici dell'azienda non è inaspettata: già lo scorso aprile era stata annunciata l'apertura di un secondo centro in Germania, in modo da potervi trasferire forza lavoro da Basilea. Sauter si aspetta sul lungo termine un rafforzamento e una stabilizzazione del sito nella città renana.

Nel 2014 il gruppo ha realizzato un giro d'affari in crescita dell'1,6% a 406,6 milioni di franchi, ma il ramo basilese dell'azienda aveva fatto registrare cifre rosse. In passato fino al 90% del fatturato avveniva in euro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS