Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli scambi commerciali fra Lombardia e Svizzera valgono quasi 11 miliardi l'anno, un terzo degli oltre 30 miliardi a livello nazionale: la stima (sui dati del 2015) è della Camera di Commercio di Milano, il giorno dopo il voto in Ticino su "Prima i nostri".

Sostanzialmente si tratta di una conferma (-1%) del giro d'affari del 2014. A fare la parte del leone è Milano con 6 miliardi 298 milioni 128.233 euro di scambi seguita da Monza (1 miliardo 214 milioni) e da due delle province che confinano direttamente con il Canton Ticino: Varese (oltre 701 milioni) e Como (648 milioni).

A trainare l'export italiano sono metallurgia (metalli di base e prodotti in metallo valgono 1,2 mld), tessile (con abbigliamento, pelli e accessori (836 milioni), computer e apparecchi elettronici e ottici (817). Computer e apparecchi elettronici sono anche la seconda voce dell'import dove al primo posto c'è con 1.1 mld il settore farmaceutico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS