Navigation

Scandalo diesel VW: le misure sono state efficaci

Le misure prese sui motori Volkswagen dopo lo scandalo diesel sono state efficaci. KEYSTONE/DPA dpa-Zentralbild/Z1022/_PATRICK PLEUL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 maggio 2020 - 15:57
(Keystone-ATS)

Secondo uno studio del Laboratorio federale di prova dei materiali (Empa) e dell'Università di York, le misure prese sui motori Volkswagen (VW) dopo lo scandalo diesel sono state efficaci.

Le emissioni di ossidi di azoto (NOx) dei mezzi della casa tedesca sono in effetti diminuite in tutta Europa. In questo senso, si può dire che il cosiddetto "Dieselgate" abbia portato conseguenze positive, si legge in un comunicato odierno dell'Empa.

Quasi cinque anni fa era venuto alla luce che diversi tipi di motore diesel della VW mostravano dati di emissione falsificati grazie ad un apposito software. A livello mondiale la questione ha riguardato 11 milioni di veicoli.

In molti Paesi la casa automobilista è stata obbligata a correre ai ripari, con modifiche software e hardware. Secondo lo studio pubblicato oggi i nuovi motori provocano emissioni inferiori fino a un terzo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.