Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I coniugi spesso si somigliano perché siamo naturalmente predisposti a sposare qualcuno con discendenza simile.

Uno studio pubblicato sulla rivista Plos mostra, infatti, che quando due persone sposate sembrano simili, non è necessariamente una coincidenza, ma può essere correlato alla tendenza, più marcata nei decenni passati, a sposare qualcuno con cui condividiamo qualche antenato.

Ricercatori dell'Università della Pennsylvania, in collaborazione con l'Università di Boston e della California a San Francisco, per la prima volta, hanno esaminato i modelli di accoppiamento tra più generazioni di una popolazione americana, utilizzando i dati di uno studio sul rischio di patologie cardiovascolari (Framingham Heart Study) condotto nella cittadina di Framingham, nel Massachusetts.

Hanno così caratterizzato la discendenza di 879 persone utilizzando i dati genomici e osservando che chi aveva antenati europei tendeva a scegliere preferenzialmente coniugi con la stessa ascendenza.

Di conseguenza i coniugi sono risultati più geneticamente simili di quanto ci si aspettasse. Inoltre si è visto che, la propensione della popolazione a scegliere compagni geneticamente simili, più spiccata nei primi decenni del dopoguerra, si è ridotta col passare delle generazioni.

Comprendere la struttura genetica di una popolazione, concludono i ricercatori, è importante, perché può influenzare le stime di come una malattia si trasmetta geneticamente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS