Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Scende a febbraio il numero dei pernottamenti: il settore alberghiero elvetico ne ha registrati 2,9 milioni, in flessione del 3,9% rispetto allo stesso mese del 2012. Gli ospiti svizzeri sono stati 1,4 milioni (-6%), quelli stranieri 1,5 milioni (-1,8%).

Dall'inizio dell'anno a fine febbraio, indica oggi l'Ufficio federale di statistica, sono stati conteggiati 5,7 milioni di pernottamenti, in arretramento dell'1,3% su base annua. La domanda interna ne ha generati 2,7 milioni (-2,5%), quella estera 3 milioni (-0,2%).

Tra gli ospiti europei i dati di febbraio indicano che il calo più marcato in termini assoluti ha riguardato la Germania (-57'000 pernottamenti; -14,1%), seguita da Belgio (-26'000; -32,2%) e dai Paesi Bassi (-9'500; -9,5%). La Francia ha invece generato 27'000 pernottamenti supplementari (+22,3%) e il Regno Unito 20'000 (+11,9%).

Per quanto concerne il continente asiatico, il numero di pernottamenti è aumentato di 10'000 unità (+7,0%). In progressione gli ospiti provenienti dai Paesi del Golfo (+4'800; +25,2%), Corea del sud (+4'200; +51,8%) e Cina (+3'100; +6,9%). Il Giappone, invece, ha registrato una diminuzione (-1400 unità; -9,1%). Positivi i dati riguardanti gli Stati Uniti (+4400; +5,6%), l'Africa (+1700; +9,3%) e l'Oceania (+720;+6,7%), negativi quelli sul Brasile (-2800; -18,4%).

Otto regioni turistiche su 13, afferma ancora l'UST sulla base di dati provvisori, hanno registrato diminuzioni rispetto a febbraio dello scorso anno.

In termini assoluti la flessione maggiore è stata fatta segnare dai Grigioni (-58'000 pernottamenti; -7,7%), davanti al Vallese (-27'000; -5,3%) e Oberland bernese (-19'000;-5,4%). La regione comprendente Lucerna e il Lago dei Quattro cantoni ha accusato un calo di 13'000 unità (-6,1%).

Ginevra ha segnato l'aumento più marcato (+17'000; +9,3%), davanti alla regione del Lago Lemano (+1400 pernottamenti, +0,7%). In Ticino i pernottamenti alberghieri sono stati 65'966, con una crescita dell'1.4%, pari a 910 unità.

SDA-ATS