Navigation

Schengen: UE vuole togliere a stati diritto ripristinare controlli

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 settembre 2011 - 14:35
(Keystone-ATS)

L'area di libera circolazione Schengen "è in buona salute, ma ci sono debolezze" che vanno corrette per affrontare le nuove minacce. Con queste parole la commissaria Ue agli affari interni Cecilia Malmström ha presentato la sua proposta di riforma di Schengen che prevede di passare "da un sistema intergovernativo ad un vero e proprio approccio europeo", rimettendo nelle mani della Commissione il regime decisionale sui ripristini dei controlli alle frontiere in casi di emergenza.

Nonostante la dichiarazione congiunta con la quale tre stati membri (Germania, Francia e Spagna) hanno già formalizzato la loro contrarietà, la commissaria svedese ha detto di "essere pronta a difendere la proposta sia al Consiglio che al Parlamento europeo", perché la ritiene necessaria per preservare il successo di Schengen.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?