Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il consiglio di amministrazione del gruppo Schmolz+Bickenbach e un comitato indipendente raccomandano di respingere l'offerta pubblica di acquisto (OPA) lanciata il 12 luglio dalla società Renova. La decisione si fonda su una valutazione della banca J. Safra Sarasin.

Quest'ultima ritiene che il prezzo di 2,85 franchi per azione proposto dalla Renova non rifletta il reale valore dell'impresa, ha indicato oggi in un comunicato Schmolz+Bickenbach. Secondo la banca sarebbe più appropriato un prezzo fra 3,95 e 5,70 franchi per azione.

L'offerta di Renova, entità dell'oligarca russo Viktor Vekselberg, è inferiore al corso attuale della borsa e quelli registrati dal lancio dell'OPA.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS