Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Rafforzamento della collaborazione economica tra Svizzera e Stati Uniti e sistema di formazione professionale elvetico: sono stati questi i temi centrali di un incontro cui ha partecipato oggi Johann Schneider-Ammann a Washington. Il consigliere federale su invito della Casa Bianca ha preso parte a una tavola rotonda con alcuni ministri americani, consulenti del presidente Barack Obama e responsabili di aziende elvetiche attive negli Usa.

La tavola rotonda rientra nel programma "Select USA" istituito dal governo americano per rafforzare l'attrattiva della piazza economica USA nei confronti di investitori nazionali ed esteri. All'incontro hanno preso parte la ministra del commercio Penny Pritzker, il ministro del lavoro Thomas Perez e il consulente economico del presidente Barack Obama, Jeffrey Zients, ha comunicato oggi il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR).

Schneider-Ammann ha presentato il sistema professionale duale elvetico (scuola/lavoro) suscitando grande interesse da parte americana, ha indicato il DEFR.

Grazie alla centralità della pratica professionale e alla sua permeabilità, il modello formativo svizzero offre ai giovani un'istruzione di prim'ordine e contribuisce a mantenere il tasso di disoccupazione giovanile a livelli minimi, sottolinea il comunicato.

Il sistema elvetico - che poggia su un coinvolgimento volontario delle aziende - sta infatti raccogliendo sempre più consensi a livello internazionale, in particolare da parte degli USA. Dallo scorso autunno è in fase di elaborazione un Memorandum of Understanding con cui i due Paesi potranno intensificare la collaborazione anche in questo settore.

Le relazioni economiche tra la Svizzera e gli Stati Uniti sono già eccellenti. Come ha sottolineato il capo del DEFR, la Svizzera è al sesto posto tra i Paesi che investono negli USA - e al primo nel campo dell'innovazione. Negli Stati Uniti le aziende svizzere danno lavoro a più di 450 000 persone per un giro d'affari di circa 190 miliardi di franchi, viene sottolineato.

Entrambi i Paesi intendono rafforzare ulteriormente le già intense relazioni economiche. A questo proposito, a luglio il consigliere federale volerà nuovamente negli Stati uniti per una intensa missione nell'ambito dell'economia, della formazione e dell'innovazione.

"È stato un incontro molto proficuo - ha dichiarato Schneider-Ammann. Siamo onorati dell'interesse che la formazione professionale svizzera ha suscitato nei nostri partner americani. Vogliamo intensificare la collaborazione economica con gli Stati Uniti, con l'obiettivo comune di garantire - nella misura del possibile - posti di lavoro e prospettive per tutti. Abbiamo potuto rinsaldare i contatti a livello ministeriale e siamo quindi lieti di intraprendere il prossimo passo", ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS