Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il consigliere federale Johann Schneider-Ammann vede possibilità nel digitale in Africa (archivi)

Keystone/ANTHONY ANEX

(sda-ats)

L'Africa sta entrando in una nuova era, meno ineguale rispetto ai paesi più sviluppati. Il consigliere federale Johann Schneider-Ammann ha detto oggi a Ginevra che le imprese svizzere sono certamente impazienti di investire nell'economia digitale di questo continente.

"Gli africani si riuniscono e reinventano gli affari nei loro paesi", ha dichiarato il ministro dell'economia elvetico oggi a Ginevra in occasione del Forum dei datori di lavoro africani, al quale hanno partecipato anche i presidenti del Senegal, Macky Sall, e del Ghana, Nana Akufo-Addo. I pagamenti elettronici via smartphone e i sistemi di distribuzione possono contribuire a cambiare l'economia africana, ha aggiunto.

Schneider-Ammann ha sottolineato le opportunità d'affari in Africa per gli imprenditori. I due terzi della popolazione del continente - ha rilevato - hanno meno di 35 anni. Si tratta di oltre un miliardo di persone, una cifra che si moltiplicherà per due e mezzo entro poco più di 30 anni.

La Svizzera aiuta un certo numero di paesi africani a migliorare le loro condizioni per renderle più favorevole all'investimento, all'impiego, alle infrastrutture e a un commercio sostenibile, ha detto ancora il consigliere federale. Dal 2015, ha investito oltre 700 milioni di dollari nel sostegno alle Pmi nel mondo, un terzo dei quali in Africa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS