Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Fondazione Scienza e gioventù ha premiato oggi a Losanna 100 tra allievi di liceo e apprendisti per i loro lavori di ricerca negli ambiti più disparati. 35 hanno ottenuto la menzione "buono", 50 sono stati valutati come "molto buoni" e 15 sono stati definiti "eccellenti", precisa la Fondazione in una nota. Al concorso hanno partecipato giovani provenienti da 17 cantoni, tra cui anche Ticino e Grigioni.

La giuria ha valutato in totale 82 progetti presentati da 100 giovani e ha attribuito 38 premi speciali per lavori eccezionali, indica la fondazione. I vincitori di questi ultimi potranno partecipare a un campo scientifico di due settimane a Londra o alla cerimonia di consegna dei premi Nobel a Stoccolma, oppure presentare il loro progetto nell'ambito di concorsi per lavori di ricerca in Europa, Asia, Africa e Stati Uniti.

Cinque i giovani ticinesi partecipanti al concorso, tutti provenienti dal Liceo di Lugano 2. Enea Masina e Riccardo Zardi hanno ottenuto un "molto buono" per il loro progetto di "produzione di spugne in carburo a partire da matrici naturali". "Frattali, matrimonio fra matematica e arte digitale" di Andreia Faria Carvalho è stato valutato come "buono", mentre Nicola Ciocca e Adriana Crovetto hanno ricevuto un "molto buono" e un premio speciale per la loro "Progettazione e sintesi di nanostrutture: nanotubi di carbonio per applicazioni a celle fotovoltaiche".

Cinque anche i giovani grigionesi premiati, provenienti dalla scuola cantonale e dalla Schweizerische Alpine Mittelschule di Davos (SAMD). Tra di essi Matthias Gröbner e Juno Kim hanno ottenuto la menzione "eccellente" e il premio speciale per i loro due progetti, Gian Hitz e Alexandra Würgler sono stati valutati "molto buono" e Jenny Bargetzi "buono".

La cerimonia di premiazione si è svolta presso il Rolex Learning Center del Politecnico Federale di Losanna. Liliane Maury Pasquier, consigliera agli Stati ginevrina e membro del consiglio di fondazione di Scienza e gioventù ha tenuto il discorso di apertura, complimentandosi con i giovani per aver raggiunto la finale e sottolineando l'importanza per la Svizzera della promozione delle giovani leve.

SDA-ATS