Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

No ai 'robot killer' in grado di decidere autonomamente se e quando uccidere. A chiedere un bando alle ricerche in questo campo è una lettera-appello firmata da oltre 1000 ricercatori di tutto il mondo.

Fra di essi il fisico Stephen Hawking, il patron di Tesla Elon Musk e il cofondatore di Apple Steve Wozniack, presentata alla International Joint Conference on Artificial Intelligence di Buenos Aires.

"L'intelligenza artificiale è arrivata a un punto in cui lo sviluppo di questi strumenti è possibile in anni, non in decenni - si legge -, e i rischi connessi sono molto alti. Lo sviluppo di armi autonome è considerata la terza rivoluzione del modo di fare la guerra dopo la polvere da sparo e le armi nucleari".

L'argomento è stato oggetto di diversi meeting anche dell'Onu. "Se una potenza militare spinge sulle armi autonome è inevitabile che si scateni una corsa mondiale, e il traguardo di questa escalation è ovvio, queste armi diventeranno i Kalashnikov di domani - scrivono gli scienziati -. Sarà solo questione di tempo per la loro apparizione sul mercato nero e nelle mani di terroristi, dittatori, signori della guerra impegnati nella pulizia etnica degli avversari. Queste armi sono ideali per compiti come l'omicidio, la destabilizzazione di popolazioni e l'uccisione selettiva di gruppi particolari".

I ricercatori, si legge nell'appello, dovrebbero impegnarsi per bandire queste tecnologie, oltre che evitare di dedicarsi a questo tipo di studi. "Noi crediamo che l'intelligenza artificiale abbia un grande potenziale per dare benefici alla società in molti modi - conclude l'appello -, e questo dovrebbe essere l'obiettivo. Iniziare una corsa agli armamenti autonomi è una cattiva idea, e dovrebbe essere prevenuta da un bando per tutte le armi di offesa che vanno oltre il controllo umano".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS