Navigation

Sciopero scalo Francoforte prolungato fino venerdì

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 febbraio 2012 - 15:46
(Keystone-ATS)

È stato prolungato fino a venerdì sera, alle 23:00, lo sciopero di circa 200 tra dipendenti di terra e controllori di volo dell'aeroporto internazionale di Francoforte, ripreso ieri dopo un fine settimana di tregua. Lo ha annunciato nella notte il Sindacato per la sicurezza del volo Gdf, che chiede migliori condizioni di lavoro e un aumento consistente degli stipendi (fino al 28%).

Gli effetti dell'agitazione sono limitati dalla sostituzione degli scioperanti con personale impiegato ad hoc dal gestore dello scalo, Fraport Ag. Secondo l'azienda ieri sarebbe stato garantito l'80% dei voli, con 240 tra partenze e arrivi annullati. Per oggi sono finora 187 i voli cancellati, 160 dei quali della tedesca Lufthansa.

Il sindacato Gdf ha messo in guardia i passeggeri sui rischi legati alla sicurezza per l'impiego di personale addestrato "in tempi brevi" e per la riduzione dei turni di riposo: "Non consiglierei a nessuno di volare da Francoforte", ha detto il portavoce Matthias Maas. "La sicurezza è garantita in ogni aspetto", ha ribattuto l'addetto stampa di Fraport Ag Mike Schweitzer.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?