Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 70 autobus di linea sono stati devastati o dati alle fiamme oggi a Rio de Janeiro dalla folla inferocita per lo sciopero di due giorni dei trasporti pubblici, che ha avuto un'adesione vicina al 90 per cento ed ha lasciato a piedi decine di migliaia di pendolari.

La autorità hanno mobilitato la polizia militare per evitare che gli episodi di violenza degenerino e coinvolgano autisti e personale dei trasporti cittadini. Quattro persone sono state arrestate, rivelano i media locali.

Secondo Pedro Junqueira, responsabile del centro operativo trasporti di Rio, il numero degli autobus in circolazione è salito al 17 per cento del normale nelle ultime ore, mentre in mattinata era sotto il 10 per cento. "La circolazione degli autobus non dipende solo da noi ma anche dalla scarsa sicurezza nelle strade a causa della violenza", ha detto Junqueira.

La capitale carioca, che ospiterà la finale dei mondiali di calcio il prossimo 13 luglio e le Olimpiadi del 2016, è teatro da diversi mesi di una serie di scioperi in diversi settori: trasporti, scuola, sicurezza e banche.

SDA-ATS