Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Più crescono meno si muovono, gli scolari svizzeri: se a 11 anni sono ancora il 44% a svolgere attività fisiche per almeno un'ora al giorno, a 15 anni sono soltanto il 32%. È quanto emerge da uno studio pubblicato oggi sull'ultimo bollettino dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

L'indagine è stata condotta nel 2010 su 10'000 scolari 11-15enni dalla fondazione Dipendenze Svizzera, attiva nella prevenzione dei problemi legati all'alcol e ad altre sostanze psicoattive. Per attività fisica si intende un'attività che comporti sudore e aumento del battito cardiaco.

Secondo lo studio, i più sportivi sono i ragazzi undicenni: il 49% di loro fa durante cinque o più giorni alla settimana almeno un'ora di sport quotidiano. Fra le coetanee, la quota scende al 39%, mentre a 15 anni essa è ancora soltanto del 37% tra i maschi e del 27% tra le femmine. A non praticare alcuno sport è l'1% degli undicenni e il 2% dei quindicenni dei due sessi.

L'indagine è stata eseguita nell'ambito dello studio comparativo internazionale HBSC (Health Behaviour in School-Aged Childern). E In questa comparazione gli scolari elvetici si piazzano "nel migliore dei casi a centroclassifica", rileva l'UFSP nel suo bollettino.

Lo studio mostra pure che gli scolari più crescono peggio mangiano, dal punto di vista sanitario. Sotto questo aspetto sono però le ragazze a far meglio, con una dieta più equilibrata rispetto ai maschi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS