Tutte le notizie in breve

L'ufficio di Netanyahu ha duramente attaccato la Giordania.

KEYSTONE/EPA POOL/ABIR SULTAN / EPA / POOL

(sda-ats)

Scontro diplomatico tra Israele e Giordania dopo che ieri pomeriggio un cittadino hashemita, entrato in Israele da turista, ha accoltellato un poliziotto israeliano alla Porta dei Leoni di Gerusalemme ed è stato poi ucciso dalla reazione dell'agente, pur ferito.

L'ufficio del premier Benyamin Netanyahu ha attaccato l'affermazione del portavoce del governo di Amman Mohammed al-Momani - citato dai media israeliani - secondo cui lo Stato ebraico ha commesso "un crimine spregevole contro un cittadino del regno, un martire".

"È oltraggioso - ha controbattuto l'ufficio di Netanyahu - ascoltare il sostegno pubblico che il portavoce del governo giordano ha dato ad un attacco terroristico. Il terrorismo è tale ovunque accada". Lo stesso ufficio ha poi sottolineato che le riprese video delle camere di sicurezza mostrano chiaramente il cittadino giordano - identificato come Mohammed Skaji (57 anni) - aggredire a coltellate l'agente.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve